closeAttenzione: Questo articolo/post è stato scritto 18 anni 25 giorni fa!

Tutto scorre, tutto cambia, molto probabilmente non sono più la stessa persona di allora. Smile

Ai. Un samurai non si incazza. Mai. Neanche per l’onore ferito. Un samurai ama. Ama. E conosce la forza. L’energia.

La spada e la penna. La spada è la penna. La penna è l’osso brandito in aria da uno scimmione marchiato Kubrick, la penna è l’asse di rotazione di una stazione spaziale orbitante, la penna è la spada laser del Maestro Yoda. La penna è la katana.

Sara’che io col mio ago ci cucio la sera e la notte
e che nella vita ne ho date e prese di botte
che nemmeno mi fanno piu’ male che nemmeno mi bruciano più

de Gregori, Pilota di guerra

Se i corpi non esistono, non si rompono. Non possono. E se non si rompono non ci sono cocci. Un ago non è una piccola katana, no; un wakizashi è un altra cosa. Che senso ha incollare le gocce di un fiume? ‘ita gir l’acqua int’a’cazzuola finchè nun s’intosta diceva un anziano capo mastro per selezionare la sua maestranza. Cosa cuciresti se avessi una bacchetta magica, un ago con la cruna abbastanza grande da farci passare l’universo? Un mantòn, un ricamo nuziale come quelli delle Fiandre, uno scialle sardo, una supernova in espansione? O una corona di stelle nane e peli di puma intrecciati per illuminare la fronte di tuo marito appena tornato a casa con un pezzo di pane secco e il corpo di vostro figlio morto tra le dita, come fossero rami d’ulivo e rose per l’ennesimo povero Cristo?

Sono agnostico. Non credo in nessuna dea. Nessuna. Credo nel brahman. E nei suoi avatara femminili. I puzzle mi piacciono, ma solo se multidimensionali; con tessere incise su almeno 4 lati, per costruire il mio tessaratto dove morire in pace e far credere a tutti d’essere stato un Minotauro.

Un samurai che diventa tale non s’arrabbia, mai. Non sfodera più la spada. Mai più. La impugna. E nel pugno non stringe solo il tachi, stringe il cosmo. Sfoderare il cosmo, significa assetarlo di sangue.