closeAttenzione: Questo articolo/post è stato scritto 15 anni 9 mesi fa!

Tutto scorre, tutto cambia, molto probabilmente non sono più la stessa persona di allora. Smile

Giovanni Scognamiglio (san Giorgio a Cremano – Napoli, 06-09-1982) è un mio amico.

Giovanni Scognamiglio ha superato l’adolescenza presso il tremendo liceo Flacco di Portici, dove ha imparato la disciplina e il rigore che lo contraddistinguono; durante gli ultimi anni del liceo è cresciuto sotto l’egida protettiva del boss locale Messiah, da cui ha presto imparato l’arte del carisma, tanto da superare il maestro e fondare nell’anno 1999 il MAGI (Milizia Anti GInnasiali), un movimento pseudo terroristico a fini nonnistici controgli onnipresenti ginnasiali. L’esperienza del MAGI lo ha segnato duramente, abituandolo a vizi e lussi mai più ritrovati all’università.

Giovanni Scognamiglio è uno studente dalle capacità incredibili; iscritto fin dall’anno 2001 alla facoltà di Medicina e Chirurgia della Federico II di Napoli presso il secondo Policlinico, è oggi prossimo alla laurea. Memorizza appassionatamente enormi libri di testo, spesso approfondendo i già grandi programmi d’esame con letture in proprio. Questa sua capacità mnemonica, unita a una grande passione per la materia, gli permette di superare brillantemente i difficilissimi esami della facoltà di Medicina con una media superiore al 29. Oggi è prossimo al traguardo della laurea, con una tesi in Endoscopia delle macrobrotule impiantistiche o qualcosa del genere; eppure, l’avvicinarsi del suo avvenire da professionista affermato non riesce a intaccare la sua umanità, tanto da infiammargli nella mente l’idea di entrare a far parte di Medici Senza Frontiere al più presto. L’anno di Erasmus in Spagna lo ha fatto diventare inevitabilmente un uomo, nonostante il suo blog nella sezione foto testimoni dionisiaci andazzi nudo nelle pubbliche fontane.

Giovanni Scognamiglio
Giovanni Scognamiglio mentre affronta una pizza maxi da Di Matteo

Giovanni Scognamiglio è un temutissimo divoratore di pite, ad oggi ne ha divorate smembrate e digerite centinaia e centinaia; la sua attività manducatoria implacabile è resa possibile da una particolare conformazione fisica della mascella, simile per apertura a quella di un anaconda, che gli rende possibile l’ingerimento di un kebab-pita completo in un solo morso. Per inciso, il suo metabolismo permette ad un immigrato siriano titolare di un take-away di pite (Hossam Alessandrus) di continuare a vivere in Italia, perpetuando la sua attività commerciale a Portici; contestualmente al mangiamiento di pite, periodicamente Greenpeace lo incolpa dell’avvistamento di alcuni coccodrilli presso gli scarichi fognari nel Golfo di Napoli, ma non ci sono prove scientifiche inconfutabili del coinvolgimento del suo intestino.

Una enorme passione per l’idraulica maturata nel corso di anni di vacanza a Gallipoli, gli spalanca orizzonti felici come sturacessiamano nel caso la carriera di medico non dovesse soddisfarlo; è infatti specializzato nella tecnica segreta dello spilamento del WC a mano con busta di plastica, il sogno di ogni operatore del settore.

Tra i soci benefattori di Wikipedia, spicca la sua donazione di 2 euro nel 2006, che ha salvato Wikimediafoundation dall’orlo del fallimento. Giovanni Scognamiglio ha nel Febbraio 2007 l’idea geniale di rubare il motore di ricerca Google, fondandone uno proprio dal nome Gioogle, scalando così il mercato dei search-engine e rivoluzionando Internet.

E’ fondamentalmente un capero: attenti a dirgli un qualsiasi vostro segreto, non si tiene un cicino in bocca, come dicono i visconti di Cambridge. Oltre tutto è un esperto gossipparo, dati gli anni e anni di letture fecali nella sala bagno della sua magione, dove ha approfondito su testi come Novella 3000, Chi, VIP et similia.

Sogna di fondare una rock-band, di fare il cartomante a TeleVomero come Gennaro d’Auria o lavorare come deejay, ma fondamentalmente il suo vero sogno è la serenità; è uno scienziato con un sogno da teologo, come lui stesso ama definirsi. Ma io preferisco pensarlo come un orso con le mani da chirurgo, la memoria da Rainman, il cuore da fornaio e lo stomaco da anaconda. Perchè GioGio mi invita a casa sua a Santo Stefano, perchè abbiamo fatto l’alba insieme troppe volte e quando sarò vecchio sarò felice guardare le mie occhiaie e pensare a quando non ho dormito grazie a lui, perchè abbiamo condiviso pornostar e birre e teosofie immaginifiche, perchè non vuole crescere, perchè ha perso i capelli prima di me, perchè ha la memoria di un elefante e io quella di un colibrì, perchè mi chiama Messiah, perchè un giorno sarà il mio medico, perchè sa mettersi in discussione e cambiare, perchè per amore ha imaprato a fare gli origami (ad libitum) […]
Ecco, perchè perchè perchè … perchè GioGio è un amico.
Perchè GioGio è un mio amico.
Ciao GioGio,
Dario
PS spero che tutta questa farsa serva a convincere Google che è il caso di metterti nei risultati delle ricerche di Giovanni Scognamiglio, come sognavi! Wink