closeAttenzione: Questo articolo/post è stato scritto 4 anni 3 mesi fa!

Tutto scorre, tutto cambia, molto probabilmente non sono più la stessa persona di allora. Smile

La faccio breve: ho bisogno di un portatile per lavoro. Dopo tante alternative, alla fine tanti mesi fa mi oriento su un Dell XPS 12.5, un ultrabook convertibile superfigo, processore potente, tanta RAM etc etc. Piccolo dettaglio: costa troppo. Lo metto in “wishlist” per quando avrò più soldi e nel frattempo mi iscrivo al “VIP club DELL” che in teoria offre con un coupon  “Sconto esclusivo del 10% sull’intera gamma di prodotti per utenti privati, per tutto l’anno“. Non sapevo all’epoca che era solo l’inizio di una disavventura totale. Provo qui a ricapitolarla, sperando di aiutare altri a non fare i miei stessi errori.

dell-fregatura

Super offerta Dell o super fregatura?

Una sera per caso (04/06/2014) vado sul sito Dell e scopro che sul modello che mi interessa ci sono 350€ di sconto. Impossibile resistere, solo che scade entro 4 ore l’offerta e così mi devo affrettare. Benissimo, procedo all’acquisto e arrivato al carrello provo ad inserire il mio codice VIP. Non funziona. Il sito accetta il codice ma risponde con uno strano messaggio:

sono necessarie altre informazioni o non tutti i requisiti sono soddisfatti.

Mancano poche ore, è notte e non ho modo di contattare l’assistenza prima che scada la super offerta. Benissimo, vado sulla pagina facebook e scopro che ci sono vari altri utenti nelle mie stesse condizioni. Cerco su google e scopro che è un problema vecchio. Benissimo, non mi arrendo, procedo lo stesso all’acquisto e scelgo come metodo di pagamento “bonifico”, così salvo l’ordine e l’indomani potrò concludere il tutto. Povero illuso.

Chattare con Dell? Impossibile.

Il giorno successivo provo a contattare Dell tramite chat. Impossibile è dire poco, se si clicca su “chat” appare una finestra che ci informa che “la chat è disponibile dalle 9:00 alle 18:00”. All’interno di quella finestra si clicca su “chatta con un operatore e…si apre la stessa finestra di nuovo. Yeah, geniale. Gli operatori sono tutti occupati, recita un testo minuscolo difficilissimo da notare.

Ok, niente chat, vada per il caro vecchio telefono allora. Chiamo, supero la solita musichetta d’attesa, attraverso ondate di “premere x per parlare con y” e…l’operatrice mi dice che lei non sa nulla del commerciale e mi suggerisce una soluzione geniale: usare la chat sul sito! Le mando tante, tantissime benedizioni e le chiedo una soluzione alternativa. Mi promette che mi farà richiamare al massimo entro 24 ore da un commerciale Dell. Fantastico mi dico, peccato che la telefonata non è mai arrivata. Ma la dis-avventura è solo agli inizi, continuare per credere!

Social Media Marketing: Dell sa come NON si fa

Scrivo sulla pagina Facebook di Dell, sperando in una risposta. E effettivamente mi arriva, ma è decisamente parziale. Rispondo, aspetto e…dopo molto tempo un’altra risposta. Sempre parziale. Ri-rispondo, aspetto e…dopo molto tempo un’altra risposta. Ancora più parziale ed incompleta. Ri-rispondo e…ormai ho capito che chi gestisce la pagina Facebook Dell è troppo impegnato per degnarsi di risolvere i problemi dei clienti.

Inghilterra – Italia 1 a 0. Almeno qui Wink

Non mi arrendo, scrivo via mail a Dell vip club italia. La faccio breve: nessuna risposta.
Meglio di don Chisciotte, continuo imperterrito e vado oltre oceano: scrivo alla casa madre in inglese. Yeah.

Il 6 giugno mi arriva immediata la risposta da DELL Emea, devo ammettere che in questo caso Inghilterra batte Italia 1 a 0. Mi dicono che da lì non possono fare nulla ma hanno contattato personalmente il loro team italiano e a breve riceverò risposta.

Scaricabarile all’italiana

Mi contatta intorno al 10 giugno un responsabile del customer care Dell (D. Rubino). Gentilissimo, preparato, quando gli faccio notare che quella del VIP club è quasi “pubblicità ingannevole” visto che poi non funziona mi fa capire varie cose tra cui:

  1. Primo scaricabarile: il club Dell VIP è gestito da una società “terza” e non direttamente da Dell (leggi: non è gestito affatto)
  2. Secondo scaricabarile: mi viene svelato che il sito non è molto chiaro nei testi perché “è gestito dal reparto marketing”. Il codice sconto non funzionava perché “dovevo acquistare dal portalededicato Dell VIP club” (e allora perché diavolo il sito non me lo dice invece di rispondere con messaggi a caso?). Ammette poi che il reparto marketing italia di Dell lascia alquanto a desiderare (non lo dice apertamente ma non può che arrendersi all’evidenza quando gli faccio notare tutte le mancanze di comunicazione del sito)
  3. Terzo scaricabarile: mi promette che sarò ricontattato da un suo responsabile entro due giorni

L’illusione di una soluzione

Mi ricontattano quando sono passati ormai tre giorni e…non è un “responsabile” ma sempre D. Rubino. Vabe’ non andiamo per il sottile, mi va bene anche lui ma basta che risolva. Mi dice

non possiamo applicare lo sconto. Lo faremo in via eccezionale ma in ogni caso deve prima pagare il computer normalmente e poi le rimborsiamo il 10%”.

Olè. Sembra esserci una soluzione ma…gli chiedo come mai la cifra che devo pagare secondo la mail che mi ha inviato Dell non include l’IVA. Con voce candida mi chiarisce che

“Dell è in regime di reverse charge in quanto società con sede all’estero, q